Homepage Recensioni dei film News sul Cinema Speciali sul Cinema Interviste Trailer dei film Coming soon Libri di Cinema Storia del Cinema Est Film Festival Civita Cinema

Recensione: La corazzata Potëmkin

Leggi i commenti 4 COMMENTI Vota il film 15 VOTI Invia questa pagina via e-mail a chi vuoi tu Stampa questa pagina
La corazzata Potëmkin
titolo originale Bronenosec Potëmkin
nazione Russia
anno 1925
regia Sergej Mikhajlovič Ejzenštein
genere Drammatico
durata 74 min.
cast A. Antonov (Vakulinchuk) • G. Aleksandrov (Comandante Giljarovskij) • V. Barskij (Capitano Golikov)
sceneggiatura N. Agadzanova-SutkoS. Ejzenštein
musiche D. SostakovicE. Meisel
fotografia V. Popov
montaggio S. EjzenšteinG. Aleksandrov
media voti redazione
La corazzata Potëmkin Trama del film
Gennaio del 1905: la Russia è sull’orlo della rivoluzione. Le pessime condizioni in cui sono tenuti, spingono i marinai della corazzata Potëmkin ad ammutinarsi. A Odessa, dove la nave attracca, la popolazione è solidale con l’equipaggio ribelle; quando le truppe zariste sparano sulla folla, la corazzata risponde al fuoco. La flotta, che ha l’ordine di affondarla, disobbedisce: la bandiera rossa continua a sventolare sull’albero del Potëmkin.

Recensione “La corazzata Potëmkin”

a cura di Glauco Almonte  (voto: 9,5)
Chiedersi cosa sia La corazzata Potëmkin oggi è inutile e fuorviante: il film è un’opera del ‘25, commissionato per commemorare il ventennale della rivolta del gennaio 1905. La questione è dunque cosa fosse La corazzata Potëmkin nel 1925.
Prima ancora che un film, il Potëmkin è un’idea: il governo lo ha in mente come opera celebrativa, e come tale di propaganda. Ma ciò che ne risulta va ampiamente al di là del mero fine propagandistico, fatta salva l’ideologia rivoluzionaria.
Nel momento in cui prende vita, La corazzata Potëmkin si rivela un’opera sublime di montaggio più che di regia: nei cinque atti della ‘tragedia’ si stagliano, giganti uno di fronte all’altro, i due soli protagonisti del film, la corazzata e la scalinata. Due volte Ejzenštein gioca con le inquadrature facendo apparire e scomparire le persone: mentre la folla si materializza, e i marinai svaniscono nel nulla, la scala e la nave rimangono. Nelle frequenti inquadrature del ponte o dello scafo della corazzata risalta la metallica rigidità del gigante del mare; di contro, scavata nella terraferma, la scalinata di Odessa ancor prima di pullulare di persone si afferma espressione d’un movimento verticale, splendidamente sfruttato nel IV atto.
Gli attori spariscono, relegati dai due simboli della rivoluzione ad elemento extra-filmico: nei momenti di pathos più alto – l’inquadratura dei pugni che si serrano, mentre la folla si scalda, e la sparatoria sulla scalinata – nei loro gesti, nelle espressioni dei volti, è più forte l’idea di propaganda che quella di rivoluzione.
L’opera sarebbe compiuta, ma la successiva aggiunta della musica, che nulla aggiunge al film, ma vi si fonde mirabilmente, non può essere omessa.
Tutto il resto è letteratura.
Commenti del pubblico
News sul film “La corazzata Potëmkin”
La corazzata Potëmkin Omaggio ai Barrymore alle Giornate del Cinema Muto di Pordenone Omaggio ai Barrymore alle Giornate del Cinema Muto di Pordenone  (29 Settembre 2014)
La corazzata Potëmkin Weekend comunista al MIC Weekend comunista al MIC  (15 Novembre 2013)
La corazzata Potëmkin 11 setttembre - 4 ottobre: Gran Festival del Cinema Muto 11 setttembre - 4 ottobre: Gran Festival del Cinema Muto  (27 Agosto 2013)
La corazzata Potëmkin Kino Live! Cinema russo musicato dal vivo al Palazzo delle Esposizioni Kino Live! Cinema russo musicato dal vivo al Palazzo delle Esposizioni  ( 8 Novembre 2011)
La corazzata Potëmkin Cinema Grauco di Roma: programma di Aprile Cinema Grauco di Roma: programma di Aprile  (18 Marzo 2010)
La corazzata Potëmkin Festival del cinema indipendente di Buenos Aires Festival del cinema indipendente di Buenos Aires  (10 Aprile 2006)
Ultime Schede
Ivan il Terribile
Ottobre
La corazzata Potëmkin
COMPRA
IL DVD
Compra il Dvd La corazzata Potëmkin
Sergej M. Ejzenstejn  di
Memorie e appunti di cinema e di vita  di
Sergej M. Ejzenštein  di A. Grasso
Memorie. La mia arte nella vita  di S. Ejzenštein
Sergej M. Ejzenštejn. L’immagine estatica  di A. Cervini
Flash non disponibile
Copyright 2018 ©