Homepage Recensioni dei film News sul Cinema Speciali sul Cinema Interviste Film in TV Programmazione dei Cinema (Roma) Trailer dei film Coming soon Libri di Cinema Storia del Cinema Est Film Festival

Recensione: Quartet

Leggi i commenti 4 COMMENTI Vota il film 12 VOTI Invia questa pagina via e-mail a chi vuoi tu Stampa questa pagina
Quartet
titolo originale Quartet
nazione Gran Bretagna
anno 2012
regia Dustin Hoffman
genere Commedia
durata / note 95 min. / opera prima
cast B. Connolly (Wilf) • M. Smith (Jean) • M. Gambon (Cedric) • T. Courtenay (Reginald) • P. Collins (Cissy) • J. Hunter (Joey) • D. Christian (Pensionante) • G. Jones (Ann Langley)
sceneggiatura R. Harwood
musiche D. Marianelli
fotografia J. De Borman
montaggio B. Pilling
uscita nelle sale 24 Gennaio 2013
media voti redazione
Quartet Trama del film
A Beecham House, casa di riposo per musicisti nella campagna inglese, si prepara ogni anno uno spettacolo per l’anniversario di Verdi. Tra gli interpreti Cecily, Reggie e Wilfred, un tempo membri di un quartetto che comprendeva anche Jean, l’ex moglie di Reggie. Per i tre è quindi una sorpresa scoprire che la nuova pensionante della villa è proprio la diva della lirica Jean. L’occasione è perfetta per riunirsi, ma lei si rifiuta di esibirsi: per convincerla ognuno farà la sua parte e più di tutti Reggie, di nuovo coinvolto nel loro burrascoso rapporto.
Scheda a cura di Glauco Almonte










Meglio tardi che mai. Dustin Hoffman esordisce alla regia con un film pienamente convincente: la sua casa di riposo per musicisti in pensione racconta il disagio dell'età che avanza, in contrasto con la vitalità dello spirito e la non accettazione dei compromessi. Ironico, intelligente, ma soprattutto scritto e montato con maestria invidiabile. E chi non ci riconosce qualche parente...
REGIA - SCENEGGIATURA - MUSICHE - MONTAGGIO - RITMO - HUMOUR - SCENOGRAFIA
---
---
Commenti del pubblico
Nickname:
Password:
 
REGISTRATI «
PSWD DIMENTICATA «







Ultimi commenti e voti
Medaglia d'Argento (106 Commenti, 59% gradimento) cartillo Medaglia d'Argento Lunedì 13 Luglio 2015 ore 15:05
voto al film:   6

Utente di Base (1 Commento, 0% gradimento) Corniciaro Venerdì 5 Giugno 2015 ore 15:05
voto al film:   6,5

Utente di Base (6 Commenti, 100% gradimento) andre92 Martedì 27 Maggio 2014 ore 10:51
voto al film:   6

Medaglia d'Argento (113 Commenti, 59% gradimento) kikujiro Medaglia d'Argento Mercoledì 29 Gennaio 2014 ore 09:51
voto al film:   6

Utente di Base (0 Commenti, 0% gradimento) Marcolino93 Martedì 28 Gennaio 2014 ore 16:58
voto al film:   6,5

Utente di Base (7 Commenti, 0% gradimento) kennethhamlet Domenica 10 Novembre 2013 ore 22:33
2 2
voto al film:   7,5

Davvero un bel film, come non se ne vedono spesso. Grandi attori, buona regia e una sceneggiatura molto interessante. Grazie Dustin!
Ti è piaciuto il commento?  
Medaglia di Bronzo (86 Commenti, 67% gradimento) Poddolo Medaglia di Bronzo Sabato 29 Giugno 2013 ore 17:25
1 4
voto al film:   8

grande colonna sonora, sceneggiatura e fotografia di gran qualità, regia molto ben sviluppata, un cast di attori impeccabili e artisti storici. una ricetta ben riuscita per un film che non sarà memorabile, ma gli elementi giusti per essere proprio un bel film li ha tutti.
Ti è piaciuto il commento?  
Utente di Base (46 Commenti, 61% gradimento) Macomber40 Sabato 16 Febbraio 2013 ore 17:18
voto al film:   6

Medaglia d'Oro (263 Commenti, 70% gradimento) mimma Medaglia d'Oro Martedì 29 Gennaio 2013 ore 12:20
2
voto al film:   6,5

Commedia molto di genere, di evidente matrice britannica: esperimento riuscito, quello di aver dato afflato vitale a una comunità residente in una casa di riposo per musicisti. Laddove ci si aspetterebbe un'atmosfera lugubre di vecchiaia, dolore, solitudine e emarginazione invece vibrano con determinazione le passioni, gli interessi e un clima di solidale partecipazione. Hoffmann dirige questo film delicato e garbatamente ironico con tocco leggero, molto leggero, forse troppo rivelando grande maestria nonchè amore per la nostra bella musica lirica. Però, in effetti, si attiene forse un pò troppo ai canoni della commedia senza osare tratteggiare con maggiore incisività le situazioni, i personaggi(che sembrano, infatti, più delle caratterizzazioni macchiettistiche), etc...Si esce dal cinema con l'idea di aver visto qualcosa di gradevole ma immediatamente dimenticabile.Così è successo a me!
Ti è piaciuto il commento?  
Utente di Base (39 Commenti, 54% gradimento) bartman Martedì 29 Gennaio 2013 ore 09:27
voto al film:   7

Ultime Schede
Quartet
Torino Film Festival 2012
30a edizione dal 23 novembre al 1 dicembre
COMPRA
IL DVD
Compra il Dvd Quartet
Flash non disponibile
Copyright 2017 ©